PROVA DI LINGUA ITALIANA PER STUDENTI NON COMUNITARI

Gli studenti non comunitari residenti all’estero che vogliono immatricolarsi presso le Università italiane statali e non statali autorizzate a rilasciare titoli aventi valore legale, così come stabilito nelle disposizioni della circolare del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica, devono sostenere una Prova di Lingua Italiana, ai fini dell’accertamento dei prerequisiti necessari per l’accesso e lo studio presso le istituzioni italiane

 

Circolare MIUR

Procedure per l'ingresso, il soggiorno e l'immatricolazione degli studenti stranieri/internazionali ai corsi di formazione superiore in Italia l'a.a. 2019-20 (Aggiornato al 11 Marzo 2019)

Da tale obbligo sono esclusi:

  1. gli studenti che intendono immatricolarsi a corsi di laurea interamente in lingua inglese;
  2. gli studenti che hanno una certificazione internazionale di italiano almeno di livello B2 del QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue)

L’Università eCampus, così come consentito dalla circolare, provvede a  selezionare direttamente i candidati ai propri corsi di studio precedentemente alla procedura di preiscrizione universitaria.

A tal fine, la Segreteria dell’Università svolgerà una propria preventiva valutazione delle singole candidature, richiedendo al singolo studente copia della documentazione di studio e ogni altro documento che si ritiene utile al fine di tale valutazione preventiva (dichiarazione di valore, attestazione di enti ufficiali esteri, attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC, ecc.). La Segreteria provvederà ad inviare ai singoli candidati che siano risultati idonei alla immatricolazione, una Lettera di idoneità all’immatricolazione, redatta secondo il Modello D4 in allegato alla circolare citata, che dovrà essere presentata dai candidati presso le Rappresentanze diplomatico-consolari in fase di preiscrizione universitaria.

I documenti normalmente richiesti dalla Segreteria dell’Università eCampus sono:

  • titolo finale in originale (o copia conforme) degli studi secondari conseguito con almeno 12 anni di scolarità, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge;
  • Dichiarazione di valore attestante i 12 anni di scolarità o, in alternativa, attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC;
  • Certificato attestante il superamento della prova di idoneità accademica eventualmente prevista per l’accesso all’Università del Paese di provenienza;
  • Traduzioni in italiano dei documenti indicati ai punti a) e b);
  • Eventuale altra documentazione richiesta dall’Ateneo, in relazione al singolo caso da valutare.

Le Rappresentanze diplomatico-consolari, ricevuta la lettera d’idoneità, verificheranno tutti gli elementi relativi alla richiesta di visto per motivi di studio e valuteranno l’opportunità nel merito in ordine al rilascio del visto. Si precisa che la valutazione accademica inerente i titoli di studio per l’accesso ai corsi è, come previsto dalla normativa, di competenza dell’Università stessa.

Una volta completata la preiscrizione, tutti gli studenti dovranno chiedere alla rappresentanza diplomatico consolare italiana del Paese di residenza il visto per studio/immatricolazione universitaria.

L’Università eCampus, per velocizzare la procedura ed anche al fine di non gravare eccessivamente sul candidato, richiede lo svolgimento della prova a distanza prima della richiesta del visto.

La prova consiste in un colloquio mediante collegamento telematico  che verrà effettuato da una Commissione, i cui membri potranno essere componenti del CLA (Centro Linguistico d’Ateneo) eventualmente coadiuvati da altri Docenti.